In Europa, l’81 per cento degli habitat naturali è in cattivo stato.

In Europa, l’81 per cento degli habitat naturali è in cattivo stato. Questa la fotografia scattata dall’AEA, L’Agenzia Europea dell’Ambiente che racconta nel suo ultimo rapporto una situazione di rischio per migliaia di specie animali.

I numeri sono chiari “un trend in peggioramento, rispetto al periodo 2008 – 2012. Anni in cui la percentuale di habitat naturali considerati in cattivo o pessimo stato di conservazione era del 77%”.

Le cattive condizioni degli habitat naturali sono il segnale dell’impoverimento della biodiversità. Come noto sono diversi i fattori che minacciano la diversità biologica della terra. Gran parte di questi sono legati all’intervento indiscriminato dell’uomo. 

L’unico modo per contrastare questo processo è quello di invertire la tendenza, limitando i consumi e l’eccessivo prelievo di risorse naturali. 

Di seguito qualche suggerimento per proteggere l’ambiente in cui viviamo: 

  • Sensibilizziamo e responsabilizziamo le nuove generazioni  attraverso l’educazione ambientale. Una maggiore consapevolezza dei rischi a cui andiamo incontro potrebbe migliorare i comportamenti di tutti. 
  • Facciamo una spesa consapevole, scegliendo prodotti biologici e a Km 0. Cerchiamo degli alimenti che abbiano pochi imballaggi, oppure  acquistiamo dei prodotti alla spina.
  • Riduciamo i consumi di energia per contenere gli effetti negativi sull’ambiente.
  • Ricicliamo e riutilizzando i materiali. Contribuiremo così a proteggere le risorse naturali, preservando la biodiversità. 
  • Separiamo i rifiuti pericolosi. Tutti i  prodotti chimici per la pulizia, i pesticidi, le pitture e le pile che finiscono nelle discariche possono contaminare il suolo e le falde freatiche. 
  • E infine, salvaguardiamo gli habitat naturali e tutte le specie a rischio di estinzione.  Ad esempio, microplastiche e idrocarburi nel mare, pesca accidentale e incontrollata sono una minaccia per tante specie marine. 

Invertiamo la tendenza, insieme possiamo mettere in pratica tante buone abitudini per preservare  il nostro ambiente. Noi ci siamo!

Share:


News Correlate

LiberAMI dalla plastica. Il lancio dell’iniziativa sabato 22 dicembre all’Auditorium del Maxxi a Roma.

La campagna nazionale di monitoraggio e sensibilizzazione “LiberAMI dalla plastica” sarà ufficialmente presentata...

Giornata Mondiale della Terra. Il 50° anniversario ai tempi del coronavirus.

Oggi mercoledì 22 aprile 2020 si festeggia la 50esima edizione della Giornata Mondiale...

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Add Comment *

Name *

Email *

Website *