Investire nella green economy conviene alle aziende.

Le imprese che investono nella green economy diventano più competitive sul mercato, guadagnano una maggiore fiducia dei consumatori e possono beneficiare di vantaggi fiscali. Basti pensare che il 32% delle imprese green (con riferimento al manifatturiero tra 5 e 499 addetti) ha visto aumentare il proprio fatturato nel 2017, contro il 24% di quelle non investitrici.

Sono oltre 345.000 le imprese italiane dell’industria e dei servizi che hanno investito in prodotti e tecnologie green nel periodo 2014-2017, o prevedono di farlo entro la fine del 2018, secondo i dati raccolti da “GreenItaly 2018”, il nono rapporto di Fondazione Symbola e Unioncamere.

Le aziende che scommettono sulla sostenibilità e l’ambiente hanno un dinamismo sui mercati esteri nettamente superiore al resto del sistema produttivo italiano: con specifico riferimento alle imprese manifatturiere, quelle che hanno segnalato un aumento dell’export nel 2017 sono il 34% fra quelle che hanno investito nel green, contro il più ridotto 27% relativo al caso di quelle che non hanno investito.

Il 79% delle imprese green ha sviluppato attività di innovazione, contro il 43% delle non investitrici. Inoltre tra le imprese investitrici nel green il 26% ha già adottato o sta portando avanti progetti per adottare misure legate al programma Impresa 4.0, mentre tra quelle non investitrici nella sostenibilità ambientale tale quota si ferma all’11%.

Se vuoi scoprire quali strategie e buone pratiche ambientali può adottare la tua azienda scrivici o contattaci: noplastic@ambientemareitalia.org o 06.3213805.

Share:


News Correlate

Vita sott’acqua: in Costa d’Avorio nasce la prima area marina protetta.

Durante queste feste natalizie la pandemia ci ha costretti a casa e lontani...

UE: BLOCCO VENDITE AUTO A BENZINA E DIESEL DAL 2035?

La “neutralità climatica” è l’obiettivo fondamentale perseguito dalle istituzioni comunitarie in tema ambientale...