I primi passi da fare per liberare il mare dalla plastica.

Liberare il mare dalla plastica non è solo un sogno, ma un obiettivo che tutti possiamo contribuire a raggiungere cambiando le nostre abitudini di vita quotidiana.
AMI, Ambiente Mare Italia dispensa qualche piccolo suggerimento per aiutarvi a rinunciare progressivamente all’uso della plastica in casa e a lavoro.

Di seguito i primi passi da fare per diventare plastic free e liberare il mare dalla plastica.

  • Rinunciare in casa a tutti i prodotti in plastica monouso, come: cannucce, buste, stoviglie, posate e
    palette di plastica.
  • Prediligere per la casa oggetti fatti con materiali biodegradabili o riciclati, come: mollette per stendere di legno, spugnette di cellulosa, bicchieri di vetro, piatti di ceramica e posate di acciaio.
  • Ricordare di leggere attentamente le etichette dei saponi e dei prodotti per l’igiene personale, evitando di acquistare quei prodotti che tra gli ingredienti contengono polyethylene, polypropylenee polyvinyl chloride. Non sono altro che microplastiche.
  • Limitare, ove possibile, tutti i prodotti con imballaggi e promuovere materiali alternativi.
  • Invitare gli amici, i famigliari, i colleghi a rinunciare all’uso della plastica nell’ambiente di lavoro. basta iniziare procurandosi una tazza o una borraccia per consumare bevande calde e fredde.
  • Sensibilizzare amici e colleghi sui rischi all’ambiente e alla salute derivanti dall’inquinamento da plastica.
  • Fare sempre la raccolta differenziata
  • Promuovere tra gli amici, tra i tuoi colleghi e nei posti che frequenti, come la scuola dei tuoi figli, la nostra iniziativa LiberAmi dalla plastica, sensibilizzando sui rischi all’ambiente e alla salute derivanti dall’inquinamento da plastica e seguire sempre le indicazioni e i suggerimenti del Ministero dell’Ambiente.

Se volete dei suggerimenti su come fare per diventare plastic free e liberare il mare dalla plastica, scriveteci o contattateci: noplastic@ambientemareitalia.org Tel +39 063213805.

C’è un’Italia che ha capito, facciamola crescere insieme. Scopri come fare per sostenerci, adottando una nostra idea.

Share:


News Correlate

Spiagge libere dalla plastica. Puglia, un esempio da seguire.

Pochi mesi fa avevamo parlato di importanti segnali sul fronte della riduzione della...